Marco Carta Shock, la Procura Vuole l’Arresto! A Rischio il Tour del Cantante!

Si tinge di giallo la vicenda del presunto furto nel quale sarebbe coinvolto Marco Carta: la Procura di Milano ha chiesto di confermargli gli arresti domiciliari. Il Tour del Cantante è a Rischio. Ecco gli ultimi aggiornamenti!

Marco Carta è ancora un uomo libero e aspetta il processo in programma a settembre presso il Tribunale di Milano nel quale sarà giudicato per il presunto furto di tre settimane fa a ‘La Rinascente’ del capoluogo lombardo. Intanto però la Procura locale ha presentato ricorso contro la mancata convalida dell’arresto del cantante, decisa dal giudice Stefano Caramellino che aveva ritenuto illegittimo il provvedimento.

Marco Carta a processo per le magliette rubate, lui non vede l’ora!

Una battaglia legale vera e propria, quella che si sta scatenando sul caso del presunto furto di sei magliette firmate nel quale è coinvolto anche Marco Carta. L’ex vincitore di Amici e del Festival di Sanremo, come ricorderete, ad inizio giugno era stato fermato insieme ad un’amica e interrogato per la sparizione di sei magliette griffate a ‘La Rinascente’ di Milano, per un valore di 1200 euro.

Dopo il processo per direttissima, il giudice aveva però deciso di non convalidarne l’arresto e così il cantante sardo era tornato libero in attesa del procedimento vero, in programma a settembre.

Adesso però, come ha fatto sapere l’Ansa, la Procura di Milano ha depositato da diversi giorni in Cassazione un ricorso per far cancellare quel provvedimento e farlo mettere agli arresti domiciliari. E se il ricorso dovesse essere accolto, per Marco Carta significherebbe non poter uscire di casa e quindi saltare il tour promozionale per il lancio di ‘Bagagli Leggeri’, il suo nuovo album che è già il più scaricato su iTunes.

L’accusa nei confronti del cantante lanciato dal talent di Maria De Filippi è pesante: furto aggravato in concorso con la donna che è stata fermata con lui, una vecchia fan diventata poi anche sua amica nel corso degli anni.

Ma lui non sembra molto preoccupato e, anzi, aspetta con ansia di potersi spiegare in aula come ha confessato a ‘Il Fatto Quotidiano’: “Non vedo l’oro che arrivi settembre per poter urlare al mondo ancora di più la mia innocenza”. Intanto ne ha parlato aggiungendo un capitolo alla sua nuova autobiografia, ‘Libero di amare’.

Cosa ne pensate di queste novità nei confronti di Marco Carta? A voi i commenti!

Video Correlati