Italia in Lutto: Scomparso Andrea Camilleri!

Andrea Camilleri dopo aver lottato a lungo con la malattia si è arreso. Lo scrittore siciliano è diventato famoso in tutto il mondo grazie ai suoi gialli e alle fiction con il Commisario Montalbano.

Ha lottato con coraggio, come il suo commissario Montalbano, ma alla fine Andrea Camilleri si è dovuto arrendere. Il celebre scrittore siciliano si è spento a 93 anni questa mattina come conferma uno stringato comunicato dell’ospedale romano nel quale era ricoverato da alcune settimane. “Le condizioni sempre critiche di questi giorni – si legge – si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali”.

I funerali, per espressa volontà dello stesso Andrea Camilleri, si svolgeranno in forma strettamente privata. Ma i suoi fans potranno portargli un ultimo omaggio nelle prossime ore (dove e quando sarà comunicato dalla famiglia).

Andrea Camilleri è morto, ripercorriamo la sua carriera

Finisce così la storia di uno degli scrittori più brillanti, ma anche più visti in televisione. Si calcola infatti che le fiction ispirate al Commissario Montalbano che è il suo vero marchio di fabbrica siano state viste in tutto il mondo da circa 1,2 miliardi di persone. E su Rai 1 tutti gli episodi della serie tv interpretata da Luca Zingaretti hanno battuto record su record, arrivano anche ad oltre 10 milioni di spettatori.

In realtà Andrea Camilleri come scrittore è esploso soltanto nel 1994. Da giovane aveva pubblicato alcuni racconti su quotidiani come L’Ora di Palermo e L’Italia socialista di Roma. Poi vinse una borsa di studio per l’Accademia nazionale d’Arte drammatica e si trasferì a Roma.

Qui a 33 anni, iniziò la carriera di regista teatrale e televisivo. In particolare per la Rai si occupò della produzione di sceneggiati (come si chiamavano allora le serie tv) di grande successo come il Tenente Sheridan e Le indagini del Commissario Maigret.

Il primo romanzo di Andrea Camilleri, Il Corso delle cose, del 1978 venne rifiutato da dieci editori. Riuscì a pubblicarlo a sue spese grazie ad una Casa editrice che in cambio ottenne una pubblicità sui titoli di coda di uno sceneggiato televisivo. Poi un secondo romanzo, Un filo di fumo, per Garzanti. Ma lo scrittore fu costretto ad aspettare fino al 1994 con La forma dell’acqua, primo giallo con il Commissario Montalbano. Da allora quasi 20 milioni di copie vendute, sempre con l’editore Sellerio di Palermo che è stato l’unico a credere veramente in lui.

Il Commissario Montalbano è stato un successo grandissimo in tv ma anche in libreria. Voi quanti libri di Camilleri avete in casa?

Video Correlati