Addio a Gino Strada: Scomparso Il Medico e Filantropo!

Gino Strada si è spento nelle ultime ore, probabilmente a causa di alcuni problemi di cuore di cui soffriva. Anche la figlia Cecilia Strada ha confermato la notizia. Ecco che cosa è successo.

Gino Strada, il fondatore di Emergency, si è spento quest’oggi all’età di 73 anni. Era nato il 21 aprile 1948 ed era conosciuto ed amato da tutti per le sue attività di medico e filantropo. Al momento non si conoscono ancora le esatte cause del decesso, anche se l’ipotesi più probabile è quella legata ai problemi di cuore di cui già soffriva.

Gino Strada: la morte annunciata dalla figlia!

La morte di Gino Strada è stata comunicata da Il Corriere della Sera, vicino a fonti della famiglia. Subito si è scatenata una grande sorpresa da parte di tutti coloro che hanno amato e sostenuto Strada, con tutte le sue grandi buone azioni compiute. Cecilia Strada, la figlia di Luigi (questo il suo vero nome), ha confermato con un post sui suoi social la terribile notizia. Nel suo scritto, Cecilia conferma che effettivamente Strada ha perso la vita nelle ultime ore e ringrazia anche tutte le persone che le stanno dimostrando affetto, inviandole molti messaggi. Nel post, però, la Strada fa anche sapere di non poter essere vicina alla sua famiglia in questo momento difficile, e di non essere stata al fianco di suo padre, perché al momento impegnata in una missione per salvare vite. Secondo Cecilia, tra tutti i posti in cui poteva essere in quel momento è capitato proprio questo, ed è quasi come se fosse un segnale. La Strada ribadisce anche che questo è ciò che le hanno insegnato a fare sua madre e suo padre. In tanti personaggi dello spettacolo e non solo hanno fatto sentire la propria voce per esprimere il loro cordoglio per una perdita così importante. Primo tra tutti, anche Beppe Sala, sindaco di Milano, che ha ricordato il giorno felice in cui ha celebrato il matrimonio tra Gino e Simonetta. Anche molti rappresentanti del mondo della musica sono rimasti particolarmente colpiti dalla tragedia ed hanno espresso il loro rammarico. Si tratta di Fiorella Mannoia, Ermal Meta, Fabrizio Moro, Nek e Paola Turci.

Gino Strada: chi era e cosa ha fatto!

Gino Strada, il cui vero nome era Luigi Strada, era nato nel 1948 ed aveva fondato la sua associazione, Emergency, nel 1994, assieme alla moglie Teresa Sarti. Già da prima di dare vita alla sua associazione, dopo essersi specializzato in Chirurgia d’urgenza, nel 1989, ha iniziato a collaborare con il Comitato internazionale della Croce Rossa. Subito dopo è partito alla volta di diverse zone di guerra in cui prestare assistenza, tra cui Pakistan, Etiopia, Perù, Afghanistan, Somalia e Bosnia ed Erzegovina. Quando poi è arrivato il 1994, Gino ha fondato la sua associazione. Da quel momento in poi Strada non si è mai fermato, facendo costruire ospedali e fornendo assistenza ai popoli più poveri del mondo, ed intervenendo anche nel caso di guerre o catastrofi naturali. Subito dopo la fondazione di Emergency, Gino Strada è rimasto in Afghanistan per 7 anni, in qualità di chirurgo. Salvò moltissime vittime delle esplosioni e delle mine antiuomo, e contro quest’ultime ha sempre avviato una forte campagna di sensibilizzazione. Alla fine, Strada riuscì a fondare in Afghanistan ben tre ospedali e 44 ambulatori. Ora, anche la presidente di Emergency, Rossella Miccio, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito al tragico avvenimento. La presidente ha dichiarato che nessuno si aspettava una morte del genere, che quindi è avvenuta improvvisamente. Questo ha causato dolore e sorpresa in tutti i membri di Emergency e, soprattutto per tutto quello che Gino negli anni è riuscito a fare, mancherà tantissimo. Secondo la Miccio, Strada ha fatto di tutto negli anni per rendere migliore il mondo.

Che cosa ne pensate di questa notizia? Siete rimasti anche voi dispiaciuti e sorpresi per questo addio improvviso? A voi i commenti!

Guarda Anche...

Sandra Milo: Le Cause Del Decesso!

Sandra Milo: Le Cause Del Decesso!

Addio a Sandra Milo. L'attrice si è spenta per sempre a causa... #sandramilo