Raoul Bova si sfoga sui social: “trattato come un delinquente”

Raoul Bova contro tutti: l’attore romano rompe il silenzio e affida ai social il suo sfogo.

Raoul Bova oltre che per la sua straordinaria bellezza si è sempre distinto per il suo comportamento esemplare. La classe e l’eleganza di chi sa sempre come dire la parola giusta al momento opportuno. E anche questa volta ha tenuto fede alla sua fama affidando ai social il suo sfogo amaro dopo i tanti attacchi subiti.

Nel lungo post su Facebook l’attore romano ha dichiarato di essersi sentito trattato come un delinquente, un truffatore, che la sua dignità è stata calpestata in ogni modo così come la sua privacy e quella della sua famiglia. Una “macchina del fango” che ha danneggiato gravemente la sua immagine, arrivando persino ad intralciare la sua carriera lavorativa. Il lungo post di Raoul Bova arriva a pochi giorni di distanza dalla condanna in primo grado ad 1 anno e 6 mesi di reclusione per dichiarazione dei redditi fraudolenta emessa dal Tribunale di Roma.

Secondo l’attore romano i media non si sarebbero limitati a riportare la sola notizia e nonostante l’amarezza di questi giorni ha dichiarato di credere fortemente nella giustizia e nella solidarietà e di non aver intenzione di lasciare l’Italia, ma che il tempo del silenzio è finito:

Sono anni che l’Agenzia delle Entrate mi sta con il fiato sul collo con interrogatori, sequestri preventivi e richieste di pagamento risultate poi illegittime. Non ho mai subito alcuna condanna per evasione fiscale né per ulteriori reati. La mia condanna in primo grado è stata causata da un contratto che ho sottoscritto con la mia società di produzione che curava e gestiva lecitamente nella più totale trasparenza, la mia immagine, come la maggior parte delle star dello spettacolo.”

Bova spiega:

il Tribunale penale di Roma ha ritenuto questo contratto illecito, mentre i giudici tributati di Roma ne hanno attestato la liceità e validità.
L’unica mia colpa è quella di non aver gestito da solo la mia contabilità nonostante abbia conseguito una laurea in Economia e Commercio, ma ritengo che il professionista al quale mi sono affidato abbia operato nella più completa trasparenza. Non resta che attendere i successivi gradi di giudizio. Malgrado tutto sono convinto che tutto verrà chiarito e la mia immagine riabilitata

Il bel Raoul non ha perso il suo spirito combattivo e forte della presenza dell’avvocato Giulia Buongiorno a tutelare i suoi interessi è pronto a difendersi con le unghie e con i denti da chi vorrebbe screditare la sua immagine e intralciare la sua carriera costringendolo a scappare via dalla sua amata Italia.

Video Correlati

LEAVE YOUR COMMENT