Grande Fratello: Cristina Plevani difesa da Salvo Veneziano!

Salvo Veneziano classificatosi secondo nella prima edizione del Grande Fratello, attacca a spada tratta tutti coloro che hanno criticato la scelta di vita di Cristina Plevani. Ecco che cosa è accaduto!

Recentemente Cristina Plevani, vincitrice della prima edizione del Grande Fratello ha fatto sapere ai fans tramite social network che lavora come cassiera in un supermercato. A questo punto le critiche da parte dei detrattori non si sono di certo fatte attendere. Gli stessi hanno definito l’ex gieffina una “sfigata” proprio perchè non fa parte più del mondo dello spettacolo. La Plevani non ci sta e replica in questa maniera:

Chi stabilisce chi è uno sfigato e chi no?  E magari facendo il paragone con la nostra vita o con quella che vorremmo vivere? Ne leggo e ne sento tante di opinioni, su di me e sugli altri. Abbiamo sempre l’indice puntato verso qualcuno. Quanti sbagli ho fatto e quanti ne farò. Ma ho la libertà di farli. Mi sento libera. Libera di essere una bagnina, un’istruttice di nuoto e di fitness, una cassiera in un supermercato, la vincitrice di un reality. Libera di essere me stessa nel bene e nel male. Libera di vivere la mia di vita“.

A difenderla ci ha pensato Salvo Veneziano, giunto secondo nella prima edizione del Grande Fratello. Ecco le sue parole:

Rimango senza parole, per lo schifo che ho letto in questi commenti su Cristina. Uno non è più libero di fare ciò che vuole e chiunque può massacrarti? Cristina ora fa la cassiera per una sua libera scelta, sta lavorando, è una persona che lavora da sempre. Gli sfigati sono quelli che criticano!! Cristina Plevani avrà almeno 500.000 euro in banca e il fatto che lavori le dà ancora più dignità. Saranno fatti suoi sul perché abbia scelto di non fare più spettacolo? Magari si è solo rotta di farlo. Fortunatamente molti di noi hanno creato situazioni per cui stiamo bene. Il “che fine ha fatto?”non ditelo più. Pensate alla vostra vita”.

Che cosa ne pensate delle meteore? A voi i commenti!

Video Correlati

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *