Matteo Renzi contro l’omofobia. Perchè parla del nazismo? Il post!

Il premier Matteo Renzi scende in campo per protestare contro i campi di concentramento gay, ma soprattutto per dire basta all’omofobia, una piaga sociale che si sta estendendo a macchia d’olio. E perchè ad un certo punto parla di nazismo?

Matteo Renzi sui social ha postato un messaggio forte e chiaro nel quale parla dell’omofobia ed in particolare dei campi di concentramento gay in Cecenia. Il Premier non si spiega la motivazione per la quale i gay vengano ancora discriminati nel 2017 ed in particolare si sofferma, quasi allibito a parlare dei campi di concentramento esistenti in Cecenia per gli omosessuali, campi che ci ricordano quelli nazisti. Matteo Renzi, ancora incredulo e sdegnato, racconta così il suo pensiero in un post:

le notizie che arrivano dalla Cecenia lasciano senza parole. Pensare che nel 2017 esistano dei campi di concentramento per uomini “dall’orientamento sessuale non tradizionale o sospetto” fa davvero rabbrividire. Non è un pesce d’aprile, ma una drammatica realtà che ci colpisce profondamente. La dignità e la libertà degli uomini, a prescindere dal proprio orientamento sessuale, non possono essere lese così per nessun motivo ed in nessuna parte del mondo. I campi di concentramento per gay ci riportano al nazismo: tutti dobbiamo far sentire la nostra protesta, il nostro sdegno”.

Secondo voi è giusto che esistano simili atrocità? A voi i commenti!

Video Correlati

LEAVE YOUR COMMENT