Maria De Filippi: ecco perchè non salgo in auto con Maurizio Costanzo!

Maria De Filippi intervistata al programma condotto da Fabio Fazio, Che Tempo Che Fa, ha rilasciato dichiarazioni sconvolgenti. La conduttrice Mediaset per quale motivo non vuole più salire in auto insieme al marito Maurizio Costanzo? Una verità che vi lascerà senza parole!

Maria De Filippi sempre impegnata alla conduzione dei suoi molteplici programmi in casa Mediaset, ha anche il tempo di effettuare interviste nella rete pubblica e precisamente nel programma “Che Tempo Che Fa” condotto da Fabio Fazio. La Queen Mary ha ripercorso la sua brillante carriera professionale, finendo per raccontare quel tragico episodio avvenuto nel 1993, quando la mafia tentò di uccidere Maurizio Costanzo e Maria De Filippi, all’uscita del Teatro Parioli di Roma. Un episodio tragico che ancora oggi non riesce a dimenticare. Ammette che dopo l’accaduto, ha avuto paura per due anni ed è dovuta ricorrere all’ipnosi per poter dormire la notte. Maria comunica di essere fermamente convinta di aver visto il giovane che ha fatto brillare la bomba quella notte.

Nello stesso tempo asserisce emozionata di aver promesso a suo padre di non salire più in macchina con Costanzo. L’attentato era rivolto proprio contro la sua attività giornalistica contro la mafia. La De Filippi comunica di non poter assolutamente tradire la promessa fatta a suo padre. Lei spesso ha pregato suo marito di non occuparsi più di alcuni argomenti, lui per un periodo l’ha ascoltata, poi ha ripreso a parlarne ancora. Il conduttore a proposito di questo argomento, ha cercato di dire che probabilmente Maurizio è un uomo coraggioso, proprio perchè è parte del suo mestiere. La regina Mediaset replica in questa maniera: “si, molto probabilmente chi fa il giornalista ha questa spinta, io no!”.

Sapevate che Maria De Filippi e Maurizio Costanzo sono stati presi di mira da parte della mafia? A voi i commenti!

Maria De Filippi: galleria fotografica

Video Correlati

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *