Chiara Ferragni: Il Duro Attacco sul DDL Zan Contro la Politica!

Chiara Ferragni torna a sfogarsi sui social in merito al DDL Zan, e parla con disgusto del dibattito che c’è stato al Senato qualche giorno fa. Ecco cosa è successo…

Chiara Ferragni parla spesso di politica, finendo al centro di duri dibattiti. Anche in questo caso è andata così, poiché l’influencer si è schierata contro alcuni politici in merito al DDL Zan. Dopo la querelle con Matteo Renzi, che ha coinvolto anche Fedez, Chiara ha attaccato anche diverse altre personalità politiche. Ecco cosa ha detto.

Chiara Ferragni attacca i politici sul DDL Zan!

E’ da poco finito lo scontro con Matteo Renzi ma subito Chiara Ferragni è tornata all’attacco. L’argomento è sempre il DDL Zan, un tema molto caldo negli ultimi giorni. Infatti, il disegno di legge è stato da sempre sostenuto da Chiara e Fedez, dato che entrambi hanno sempre dato il loro massimo sostegno alla comunità LGBT. Dopo aver trascorso la giornata a Gardaland, sui social la Ferragni ha parlato del dibattito politico che c’è stato proprio il merito al DDL Zan. Chiara ha spiegato di essere rimasta sconvolta da quello che è successo in Senato, dato che alcuni politici hanno parlato di ‘ciccioni’, mentre altri urlavano e fischiavano come se si trovassero allo stadio. L’imprenditrice digitale è quindi rimasta senza parole davanti ad un simile disordine. Chiara ha anche detto di aver sentito senatori affermare che l’omofobia è uno pseudopericolo, mentre alcuni altri hanno tirato in ballo la questione di genitore 1 e genitore 2. Non sono mancati anche riferimenti a calciatori, cartoni animati e si è anche parlato della possibile presenza dell’eterofobia nella società.

Chiara Ferragni invita ad approvare il DDL Zan!

Nel corso del suo intervento sui social, Chiara ha spiegato che il fatto che si sia aperto un dibattito su un argomento così importante, potrebbe portare tutti noi a mostrare e vedere il volto migliore del Paese. Invece è successo l’esatto contrario, e tra l’altro in un luogo, come il Senato, che dovrebbe essere rispettabile e che invece è stato simile ad uno stadio. Tutto questo ha sorpreso molto negativamente la Ferragni, che ha sostenuto che tutto quello che è successo in Aula non c’entra nulla con il DDL. Chiara ha anche spiegato che secondo lei la libertà di pensiero è sacrosanta, ma non dovrebbe mai degenerare nel mentire, deridere, esasperare e fischiare. L’influencer ha anche voluto sottolineare che già esiste, in Italia, la legge Mancini, che estende la tutela anche alle vittime di discriminazione per quanto riguarda l’identità di genere e l’orientamento sessuale. La Ferragni si è quindi chiesta perché non si possa fare un ulteriore passo avanti approvando il DDL Zan. Chiara ha concluso il suo discorso dicendo che non va bene soltanto la repressione, ma anche l’educazione. Soltanto educando i nostri figli sarà possibile evitare che in futuro continuino le discriminazioni.

Voi che cosa ne pensate? Siete d’accordo con il discorso e lo sfogo di Chiara Ferragni oppure no? A voi i commenti!

Video Correlati